Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l'uso.

Approvo

Quale IVA è prevista per l'acquisto di una piscina

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
La costruzione di una piscina è un processo fatto di diversi passaggi, tutti importanti, tutti complementari fra di loro e tutti con un’unica finalità: regalarti il sogno di una vita!
Avere una piscina privata nella casa estiva della tua famiglia aumenterà di gran lunga il benessere, il divertimento ed il piacere di vivere delle estati speciali; coccolati, riposati e freschi a bordo della tua piscina Castiglione.
Un motivo in più che vogliamo darti per farti partire nella progettazione e costruzione di una piscina interrata nel tuo giardino è quello dell’agevolazione dell'imposta sul valore aggiunto; più semplicemente conosciuta come IVA.
Sapevi che la costruzione di una piscina può essere soggetta ad un’aliquota IVA agevolata?
 
Nel nostro articolo troverai tutti i casi in cui questo è possibile, quali sono i documenti e gli aggiornamenti da presentare per ottenere questa agevolazione, e quando invece l’aliquota IVA da applicare deve essere quella tradizionale.
In questo modo, quando procederai all’acquisto della piscina, avrai già tutte le carte in regola per richiedere (ed ottenere) l’agevolazione fiscale che ti spetta. Siamo convinti che di fronte ad un importante risparmio economico non saprai resistere alla tentazione di regalarti una delle nostre Piscine Castiglione.
 
Continua a leggere e scopri quando è prevista l’IVA agevolata sull’acquisto di una piscina.
casa con giardino e piscina
Villa con piscina interrata

Acquisto piscina: quando è possibile avere IVA ridotta

Sono sostanzialmente due i casi principali da analizzare: la piscina costruita per una prima casa, e la piscina costruita invece per una “non prima casa”.
 
Partiamo dal primo caso; cioè la piscina costruita al servizio di una prima casa.
In questo scenario, va fatta un’ulteriore divisione dei casi: esiste chiaramente la possibilità di costruire la piscina contestualmente alla costruzione della prima casa, e la possibilità di inserire la piscina in giardino in un secondo momento.
Sono due momenti diversi, e sono due momenti per i quali la legge stabilisce due applicazioni di IVA diverse.
 
  • Nel caso di realizzazione di una piscina contestuale alla realizzazione della prima casa, l’acquisto della piscina può e deve essere tassato con l’aliquota IVA non superiore al 4%.
  • Nel secondo caso, cioè quando la costruzione della piscina avviene in un momento diverso da quello della costruzione della casa (indipendentemente che sia un mese o dieci anni); l’acquisto della piscina prevede l’adozione di un’aliquota IVA ridotta rispetto a quella tradizionale; in questo caso l’aliquota IVA che il venditore dovrà applicare sarà quella del 10%.

Costruzione piscina non prima casa: quale IVA?

Ecco la seconda ipotesi nella quale un cliente finale si può trovare: la costruzione della piscina per una casa diversa da quella della propria residenza, una “non prima casa” praticamente.
 
Considerando questa situazione, a differenza di quella precedente, non va fatta alcuna distinzione tra l’acquisto della piscina contestuale alla costruzione della casa o meno. In entrambi i casi, sia che la piscina venga costruita contestualmente sia che venga costruita dopo, l’applicazione corretta dell'aliquota IVA sarà la stessa.
 
Quale?
casa con piscina di lusso
Per concludere il discorso di prima e dare una risposta alla domanda: quale IVA viene applicata all’acquisto di una piscina da realizzare per una “non prima casa”?
 
La risposta è semplice, in questi casi, senza considerare la costruzione della piscina contestuale alla costruzione della casa o meno, deve essere applicata l’aliquota IVA del 10%.
 
Un piccolo vantaggio in più per i consumatori finali, che rispetto alla classica aliquota IVA del 22% potranno approfittare di una riduzione delle imposte, a fronte soltanto di una breve documentazione da presentare al proprio venditore in fase di acquisto della piscina.

Quali documenti sono necessari per ottenere l'IVA agevolata sulla piscina?

Già nella fase di progettazione della tua piscina sarà importante avere la certezza che il successivo acquisto potrà essere tassato ad un regime agevolato; per evitare di arrivare alla fase della contrattualizzazione e ricevere spiacevoli sorprese, sulle quali molto spesso il venditore non può fare molto.
Avere una certezza sotto l'aspetto fiscale vuol dire affidare questo compito ad un esperto di questo settore (un tecnico, un consulente fiscale, un ingegnere) che produca tutta la documentazione utile, faccia i dovuti passaggi burocratici e si occupi completamente di questa pratica, tanto spinosa quanto vantaggiosa per te ed il tuo investimento.
 
Il tecnico incaricato dal cliente dovrà avere premura di effettuare una semplice operazione per quanto riguarda l’abitazione in questione; dovrà produrre un aggiornamento catastale del fabbricato. In questo modo potrà evincersi se l’abitazione destinata a questi lavori rientra nella categoria delle cosiddette “case di lusso”. Importante, perché questo parametro influirà molto sull’applicazione dell’aliquota IVA agevolata.
Perché? Perché la categoria delle case di lusso è regolamentata diversamente.
 
N.B.: la casa non dovrà rientrare nella categoria delle “abitazioni di lusso” né prima, né dopo la costruzione della piscina.

Casa di lusso: quale aliquota IVA applicare all'acquisto di una piscina?

Qui entriamo in un caso totalmente diverso dagli altri due precedenti; da un punto di vista fiscale più gravoso, ma dal punto di vista tecnico molto più semplice.
Quando si parla di “abitazioni di lusso” si intendono tutte quelle abitazioni classificate catastalmente con i codici A/1 – A/8 – A/9; indipendentemente che siano prima casa o meno.
Qualunque immobile rientrante in queste categorie, al di là del lavoro da fare (nuova costruzione o ristrutturazione) e al di là del momento del lavoro (successivo o contestuale, non ha rilevanza); non può godere dell’applicazione delle imposte agevolate, nemmeno sull’aliquota IVA.

Va da sé quindi, che in occasione di una piscina da realizzare al servizio di una “casa di lusso” l’aliquota IVA da applicare obbligatoriamente sarà quella solita del 22%; per qualsiasi tipologia di lavoro.

Un motivo in più per realizzare la piscina: scarica la nostra brochure

Avendo chiarito anche l’aspetto fiscale legato all’acquisto di una piscina siamo convinti di averti dato un'ulteriore motivazione di supporto per l’acquisto della tua nuova piscina privata. In più puoi contare anche su un risparmio consistente rispetto a quanto avevi previsto o calcolato in passato.
La possibilità di avere un’aliquota IVA agevolata ti consentirà di diminuire l’investimento totale da dover affrontare senza intaccare il valore del tuo acquisto.
 
Se hai già un progetto o un'idea sulla quale lavorare e vuoi ricevere una consulenza più approfondita sul tuo futuro investimento, utilizza questo link per contattarci. CLICCA QUI.

Se invece ci hai iniziato a ragionare da poco, sei ancora alla ricerca della giusta ispirazione e vuoi essere sicuro di scegliere il meglio per un investimento così importante; scarica la nostra brochure! approfondisci le nostre tecnologie e sviluppa la tua idea di piscina. Saremo pronti più avanti ad offrirti una consulenza specifica sulla base delle tue richieste.
  • Brochure Piscine Castiglione

    Scarica

    Prima di iniziare il download...

    Continua... ×
Brochure Piscine

© 2022 BLU DESIGN srl – Calata Trinità Maggiore – 80134 Napoli – Tel. 081 19020590 – 334 1445664 - 333 2840468 - 335 5307185 | P.IVA 07274001218 - Privacy e note legali